Manipolazioni tissutali come si eseguono e a cosa servono

Manipolazioni tissutali per il ripristino dei tessuti molli

Le manipolazioni tissutali sono una specifica tecnica di mobilizzazione del tessuto fasciale in forma di massaggio\mobilizzazione attuato trasversalmente rispetto all’orientamento del tessuto tendineo, legamentoso e muscolare.

In questo articolo vogliamo scendere più nel dettaglio per scoprire quali siano le strutture coinvolte, gli scopi e i fini delle manipolazioni tissutali e la modalità d’azione.

Un microtrauma necessario

Potenzialmente le manipolazioni tissutali rappresentano una forma di micro trauma controllato che dà inizio e stimola il processo di riparazione tissutale. Dal punto di vista anatomico biologico, è possibile mobilizzare tutte le strutture molli che compongono la fascia, intendendo come fascia tutte le strutture molli muscolo scheletriche.

Perché le manipolazioni tissutali vengono eseguite in maniera trasversale?

Tale mobilizzazione viene attuata trasversalmente rispetto all’orientamento delle fibre della struttura interessata dalla lesione in quanto intende mantenere la capacità delle stesse di deformarsi anche in presenza di una loro alterazione.

Quando si ricorre a questa tecnica di terapia manuale?

Le manipolazioni tissutali vengono generalmente utilizzate dopo una lesione traumatica o consequenzialmente a una lesione da over-use su tutte le strutture molli. La tecnica viene spesso eseguita precedentemente a una mobilizzazione delle strutture articolari di riferimento alla lesione associata.

A seconda del tipo di lesione si ricorrerà a due movimenti diversi:

  • nelle lesioni muscolari minori la frizione è seguita dal movimento attivo
  • mentre in presenza di lesioni legamentose dal movimento passivo

È di fondamentale importanza che la MT venga applicata con le dita direttamente sulla zona interessata dalla lesione, a meno che non ci siano controindicazioni specifiche legate all’evento patogeno. L’effetto è fondamentalmente locale, per cui se le dita non vengono applicate nella sede esatta della lesione e nella direzione trasversale, non ci può aspettare una risoluzione della sintomatologia.

Durante gli anni si è pensato che la frizione dovesse essere dolorosa per il paziente, ma questa è una convinzione errata. Il dolore durante la manipolazione tissutale è il risultato dell’esecuzione di una tecnica sbagliata, un’indicazione errata o per una pressione eccessiva sul tessuto lesionato.

Quali effetti producono le manipolazioni tissutali?

Nel momento in cui vengono applicate in maniera corretta, le MT portano a un effetto analgesico immediato sulla zona trattata e raramente a un’esperienza dolorosa per il paziente.

Entra a far parte della nostra community!

Il sapere non è tale se non è condiviso! Se l’articolo ti è piaciuto e vuoi condividere con noi e con il resto della community SSOMT la tua esperienza come operatore sanitario, raggiungici sulla nostra pagina Facebook o la nostra pagina Instagram!